Archivi categoria: Emozioni

Ogni viaggio un emozione

Viaggiare mi piace. 

Lo faccio spesso per lavoro. Viaggi brevi, su e giù per l’Italia. 

Forse mi capiterà più spesso nei prossimi mesi. 

Mi sposto in treno. 

Ogni viaggio mi dà una emozione particolare. Soprattutto se la meta è nuova e remota. 

Oggi, ad esempio, mi sto recando in un piccolo paese della provincia toscana. 

Regionale, cambio, Regionale. Coacervo di esistenze e lento scorrere del mutevole paesaggio italiano là fuori. 

Viaggio che soddisfa il mio costante bisogno di varietà e la mia affamata curiosità. 

Quel tanto di avventura che caratterizza il muoversi con treni locali, quelli di una volta, e con cambio, per di più!  

L’inconfessabile speranza che qualcosa vada storto per mettersi alla prova, per aggiungere avventura, per poi rammentarlo e raccontarlo con soddisfazione e ilarità. 

In fondo non è così, sopratutto, che si accumula esperienza e Vita?

Annunci

Serendipità di fine estate

A volte l’universo sembra molto intenzionato a mandarmi dei messaggi.

E io non posso far a meno di vederli.  Le connessioni vengono fuori così, per caso. Leggo una cosà lì, un’altra là, noto qualcosa di insignificate che mi si para d’avanti e si instuara il link.

Ecco un’esempio:

Sto leggendo “Un altro giro di giostra” di Tiziano Terzani. Alla scoperta di avere un cancro Terzani decide di chiudere con il Terzani giornalista, si reca a New York, affitta un monolocale, acquista nuovi comodi vestiti abbandonando la sua mise bianca e si taglia capelli e perfino i baffi che resistevano dal ’68 e inizia la sua nuova vita abbandonando quello che definisce il “vecchio io”.

Sto prendendo appunti dalle pagine che ho contrassengato duralnte la lettura del libro Steve Jobs di Walter Isaacson:

Steve Jobs:

Se vuoi vivere la tua vita in maniera creativa, come un artista, non bisogna guardare troppo indietro: devi essere disposto a prendere tutto quello che hai fatto e tutto quello che eri e lasciartelo alle spalle.

Quanto più il mondo esterno cerca di consolidare un’immagine di te, tanto più devi perseverare nella determinazione a essere un artista, ed è per questo che spesso gli artisti devono dire «Arrivederci, me ne devo andare. Sto diventando pazzo e me ne vado via di qua». E se ne vanno e si ibernano da qualche parte. Poi, forse, più tardi riemergono e sono un po’ diversi.”

Steve Jobs Steve JobsWalter IsaacsonCompralo su il Giardino dei Libri
Un Altro Giro di Giostra (Edizione economica) Un Altro Giro di Giostra (Edizione economica)
Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo
Tiziano TerzaniCompralo su il Giardino dei Libri

L’unica possibilità di comunicare …

Leggilo su Emozioni e Marketing

http://emozioniemarketing.wordpress.com/2012/01/15/lunica-possibilita-di-comunicare/

Insignificanti, considerevoli cambiamenti

A volte basta poco.

Un piccolo, apparentemente insignificante evento, una parola, uno sguardo, un gesto e un’emozione che modifica una minima connessione nervosa, per creare un piccolo cambiamento.

E un piccolo cambiamento può cambiare quasi tutto.

L'Arte del Cambiamento L’Arte del Cambiamento
La soluzione dei problemi psicologici personali e interpersonali in tempi brevi – Nuova edizione
Giorgio Nardone, Paul WatzlawickDimmi di più…

I segreti del venditore consulente

Valore, vendita

Il venditore consulente è il professionista che anziché tentare di convincere il cliente a volere ciò che ha da offrirgli, cerca di offrire quello che il cliente vuole. Ciò che egli vende è più di un prodotto o un servizio, è un insieme di esigenze soddisfatte.

Il venditore consulente aiuta il cliente a essere e a ottenere ciò che vuole.

Mario Silvano “Vendita in azione”

Quando vendi (un prodotto, un servizio, un progetto, te stesso) pensa ai benefici che stai offrendo al tuo cliente.  Se lo farai sarà come, qualcuno ha detto, se vendessi per 500 euro una busta che ne contiene 1.000.

Quanto entusiasmo, convinzione, determinazione, perseveranza, passione metteresti nel convincere il cliente ad acquistarla?

Quanti euro contiene il prodotto, il servizio, il progetto, la professionalità che stai vendendo?

E quanto valgono le  emozioni che susciti negli altri?

Vendere In Tempo Di Crisi - 2 DVD Vendere In Tempo Di Crisi – 2 DVD
Soluzioni per vendere nel mercato che cambia
Mario SilvanoDimmi di più

Felicità in breve

Felicità

“Ti ricordi quando siamo sposati, vivevamo ovunque, ce ne fregavamo. Eravamo felici perché stavamo insieme. Come abbiamo fatto a dimenticarcene?”

dal film “Benvenuti al Sud”

photo credit Janex & Alba (flickr)

13/11/2010 sabato – Meditate gente, meditate

Ho sempre pensato che isolarsi a pensare aiutasse a prendere decisioni e creare chiarezza interiore.

 

Foto0210

Ogni tanto sento il bisogno di stare con me stesso a pensare. Quando devo prendere una decisione importante, quando ho a che fare con situazioni complesse, quando devo preparare un intervento.

Quando sono a lavoro mi rifugio sulla terrazza del 12 piano. Milano, in basso, tutta intorno a me, con il suo brusio continuo, quasi un ruminare. Il sole che scende e si riflette sulle pareti a specchio dei palazzi vicini.

Foto0221

In quei momenti tutto diventa più chiaro, il pensiero fila via fresco e veloce come un ruscello di montagna. Le preoccupazioni si trasformano in sicurezze. Un senso di calma e tranquillità mi pervade l’anima.

Qualcosa di simile mi accade quando viaggio in aereo. Quando sono lassù, lontano dalla routine della vita di ufficio, cellulare spento, stimolato dalle letture dei giornali, dalla compagnia inseparabile di un libro,  dai volti e dagli spezzoni di vita raccolti o rubati dai compagni di viaggio, mi riappacifico con il mondo e con me stesso. E’ come se lo stress e i problemi si ridimensionassero al pari delle case, delle strade, dei paesi e delle città che diventano minuscole via via che saliamo lassù nel cielo.

Lascia un comento se condividi la stessa sensazione

Ho sempre, pensato, che isolarsi a meditare facesse bene. Oggi sembrerebbe scientificamente confermato. Il progetto Samantha dell’università di San Francisco, riportato su “Psyconeuroendocrinology”, ha dimostrato che la meditazione aumenta la quantità di telomerasi, che sarebbero associate alla senescenza delle cellule e alla prevenzione del cancro. Secondo gli autori della ricerca la meditazione può aumentare benessere, autocontrollo, concentrazione, autostima e ridurre i pensieri negativi e questo si traduce in un aumento della telomerasi, enzima che preserva la lunghezza dei telomeri con benefici sulla salute e la lunghezza della vita.

Non mi resta che lasciarvi con una esortazione: meditate gente, meditate!

Meditazione
Meditazione

Paola Bertoldi
Compralo su il Giardino dei Libri

Altre Risorse sulla meditazione