Archivi tag: Anthony Robbins

15/07/2008 martedì – Posso farti una domanda?

Newton

Newton

 

“Sir Isaac Newton era seduto sotto un albero quando vide cadere una mela.

 

 

Non si fece alcuna domanda.

Non scoprì mai la gravità della cosa”

 

Così si legge sulla pagina pubblicitaria di un’auto di fascia alta (per i più curiosi http://www.curiosi.info)

Dopo questo hai ancora qualche dubbio sull’importanza delle domande?

Primo – perché accada qualcosa a te o perché tu sia il motore di un evento devi porti o porre delle domande.

Secondo – perché accada qualcosa di buono, devi porti buone domande.

Le domande aiutano a spostare la tua attenzione su qualcosa. Le domande aiutano a intepretare le tue esperienze.

Se non sei soddisfatto di quello che provi o provochi, probabilmente quello che devi fare è modificare la qualità delle domande che fai agli altri e a te stesso.

Non riesci a migliorare? Cambia la qualità delle domande circa la qualità della tua vita.

Non riesci a vendere? Cambia la qualità delle domande che fai al tuo cliente.

Non sei soddisfatto delle tue emozioni? Usa le domande per spostare l’attenzione su ciò che genera in te un sentimento positivo. 

Non trovi la soluzione? Poniti domande diverse che ti indirizzano verso le soluzioni?

Esempi di domande tratte da:

Leader di te stesso Leader di te stesso
Come sfruttare al meglio il tuo potenziale per migliorare la qualità della tua vita personale e professionale
Roberto ReCompralo su il Giardino dei Libri

Come migliorare il proprio stato mentale, fisico, finanziario Come migliorare il proprio stato mentale, fisico, finanziario

Anthony RobbinsCompralo su il Giardino dei Libri

Esempi di domande pessime:

  • Perché non ho sucesso?
  • Perché proprio a me?
  • Cosa c’è di sbagliato nella mia vita?
  • Che senso ha quello che mi accade? Che senso ha vivere così?
  • Perché non riesco mai ad imparare nulla?
  • A cosa serve? Perché  provare, visto che tanto le cose non funzionerebbero comunque?
  • Perché non ne faccio mai una giusta?
  • E se mi rifiuta?
  • Perché mi tratti sempre così
  • Perché non mi apprezzi?
  • Cosa posso mangiare di goloso?
  • Perché non riesco a dimagrire?
  • Perchè nessuno mi ama?
  • Perché sono così depresso?

Esempi di domande ottimequalità (tratte da

  • Come posso sfruttare questa situazione?
  • Cosa potrò fare per gli altri in seguito a questa disgrazia?
  • Che cosa mi resta di buono?
  • Cosa c’è di bello nella mia vita?
  • C’è qualcosa che ora posso fare anche meglio di prima?
  • Come faccio ad avere un appuntamento con lei?
  • Che piani devo fare per ottenere il massimo?
  • Quale è la peggior cosa potrebbe capitarmi e come potrei superarla?
  • Cosa amo di più nel mio partner?
  • Cosa mi darà di positivo questa relazione?
  • Cosa potrei mangiare di di leggero ed energetico?
  • Questo cibo mi farà bene mi appesantirà?
  • Come posso dimagrire?
  • Come posso raggiungere il mio obiettivo divertendomi?
  • Quale è il prezzo da pagare se non smetterò con questa cosa?
  • Cosa posso fare per cambiare il mio stato d’animo per essere più amato e più felice?
  • Che cosa mi rende felice ora o cosa potrebbe rendermi felice se volessi?
  • Quali sono i miei ricordi più preziosi?
  • Cosa c’è di veramente bello, ora, nella mia vita?
  • Cosa posso imparare da questa situazione? Come posso sfruttarla?
  • Di cosa posso essere grato?
  • Come posso ribaltare la situazione?
  • Cosa sono disposto a fare e a cosa sono disposto a rinunicare perché la situazione sia come la voglio?
  • Come posso rendere piacevole il processo per fare ciò che devo fare?
  • Come posso dare il meglio in questa situazione?
  • Quali risorse ho per raggiungere questo obiettivo?
  • Cosa devo fare per essere al meglio di me stesso?
  • Come posso comunicare al meglio con questa persona?
  • Come posso esprimere tutto il mio potenziale adesso?
  • Chi amo? Chi mi ama?

Stmapale, leggile, ricordale, sfruttale.

Ehi mi raccomando, ricordati poi di agire di conseguenza!

 

07/05/2008 mercoledì – Ancora Ancore

“Un pacchetto di Camel senza filtro, per favore”

Mi trovo al bar tabacchi del WTC di Milanofiori. Mi volto. Lo guardo. Capelli brizzolati, un po’ stempiato, sulla cinquantina. Prosegue.

“Sono dieci anni che non le fumo più. Adesso le ho viste lì, mi è venuta voglia di riprovarle”

Ecco, ancora loro. Potenti. Scattano e non puoi farci niente. O quasi.

Come vuoi chiamarle? Ancore, condizionamenti, interruttori.

Io ho le mie. Poco fa ho sentito il profumo dei fondi del caffè di questa mattina. Adesso sono qui a battere le dita sulla tastiera con la mia tazza fumante affiancata al mio portatile.

“Un ancora non è altro che una neuroassociazione che lega nel nostro cervello uno stimolo a una risposta”

Leader di te stesso – Roberto Re

Leader di te stesso Leader di te stesso
Come sfruttare al meglio il tuo potenziale per migliorare la qualità della tua vita personale e professionale
Roberto ReCompralo su il Giardino dei Libri

 “Ogni volta che l’individuo fa qualcosa di nuovo, crea un nuovo percorso grazie al quale può facilmente accedere di nuovo a quell’esperienza. Ogni volta che ripetete un determinato comportamento, rafforzate la connessione nervosa ad esso associata….ecco in che modo la gente si “connette permanentemente” a certi comportamenti automatici”

Cambia vita in 7 giorni – Paul McKenna

Cambia Vita in Sette Giorni Cambia Vita in Sette Giorni
Edizione aggiornata con CD Audio
Paul McKennaCompralo su il Giardino dei Libri

 

“Al pari di innumerevoli altri oggetti del nostro ambiente, una bandierà costituisce un punto d’appoggio, un’ancora, uno stimolo sensorio collegato a una serie di stati d’animo. E un’ancora può essere una parola, una frase, un contatto o un oggetto; qualcosa che vediamo, udiamo, sentiamo, gustiamo od odoriamo.”

Come ottenere il meglio da sé e dagli altri – Anthony Robbins

Come Ottenere il Meglio da sé e dagli altri Come Ottenere il Meglio da sé e dagli altri
Il manuale del successo nella vita e nel lavoro
Anthony RobbinsCompralo su il Giardino dei Libri

E le ancore sono potenti. Possono cambiare il tuo stato d’animo in un attimo. Possono farti fare cose che non avresti pensanto di fare o di fare di nuovo. Possono farti piangere ridere, riflettere.

E’ un potente strumento da utilizzare per padroneggiare i tuoi stati d’animo, le tue emozioni, per entrare nella tua condizione migliore, per disporti favorevolemente ad un incontro, ad un evento, ad una prestazione professionale o personale.

E’ uno strumento da padroneggiare, da utilizzare a tuo favore. Possono essere il tuo inferno o il tuo paradiso. Più sei consapevole delle tue ancore più puoi utilizzarle a tuo favore.

Inizia subito. Quali sono le tue ancore?

Scrivile qui

25/02/2008 Lunedì – Allenarsi all’autostima

“Oltre ai benefici sul piano fisico, praticare sport migliora l’autostima, la percezione del successo, l’orgoglio e, perché no, anche lo stimolo sessuale.

…Oltre ai benefici sul piano fisico, praticare attività sportiva porta notevoli benefici anche nell’ambito della sfera emozionale: quasi tre quarti delle donne che hanno partecipato all’indagine e che praticano sport, affermano infatti che l’attività fisica le rende persone emotivamente più forti.”

Italia Oggi del 22 febbraio 2008 pag. 26.

Ogni mattina quando esco di casa faccio tre piani a piedi. Per arrivare in ufficio ne faccio quattro.

Ormai da ben più di un anno ho deciso di limitare l’uso dell’ascensore e farmi delle sane scale. Sì, d’accordo, è praticamente l’unica attività sportiva che pratico, ma lo faccio con costanza da più di un anno.

Ho preso questa decisione dopo aver ascoltato un audio di Tony Robbins sul C.A.N.I. Constant And Never-ending Improvement (miglioramento costante e infinito).

In sostanza, individua, per ciascuna area importante della tua vita (salute, professione, relazioni, finanze), qualcosa che puoi fare subito per migliorare, anche solo di poco, la tua situazione. Agisci in quella direzione. Quando l’hai fatto trova subito un nuovo stimolo, una nuova meta che ti faccia procedere di un passo, anche piccolo, verso il un miglioramento del tuo benessere.

Passi piccoli, frequenti, continui: così si può riassumere il C.A.N.I. o CO.CO.MI. (la traduzione italiana dell’acronimo – “COntinuo e COstante MIglioramento”).

Bene. Per quanto riguarda la salute decisi di iniziare a fare le scale. Dopo qualche settimana decisi di farle di buona lena, poi di salire due scalini alla volta.

Oggi, l’azione di salire le scale ogni volta che entro nel palazzo dove lavoro mi dà un senso di sicurezza e autostima, mi dà la carica per iniziare con energia la giornata.

Un’ultima osservazione sull’articolo di Italia Oggi. La ricerca è stata effettuata su oltre 10 mila donne provenienti da nove paesi europei, di età compresa tra i 16 e i 30 anni.

L’indagine è stata commissionata a un istituto indipendente, TNS, da Nike.

Non metto in dubbio l’indipendenza di TNS, ma secondo te, è possibile che il committente influenzi, in qualche modo e con la buona fede di chi riceve la commessa, il risultato di un’indagine scientifica. Secondo te è possibile che si verifichi l’effetto alone che ho descritto a proposito dell’efficacia delle diverse tecniche di miglioramento, per cui se ti dico prima che una tecnica ottiene certi risultati tu sarai indotto a generare quei risultati su te stesso?

Inserisci un commento e fammi sapere la tua opinione!

Quello che ho imparato oggi è che, se hai un grande sogno, il modo migliore per realizzarlo è procedendo per piccoli, frequenti continui passi, avendo fede nella sua realizzazione, influenzando la tua mente con visualizzazioni di successo e anticipando le emozioni che proverai al traguardo.

Grazie Tony.

Come migliorare il proprio stato mentale, fisico, finanziario Come migliorare il proprio stato mentale, fisico, finanziario

Anthony RobbinsDimmi di più…