Archivi tag: Autostima

13/11/2010 sabato – Meditate gente, meditate

Ho sempre pensato che isolarsi a pensare aiutasse a prendere decisioni e creare chiarezza interiore.

 

Foto0210

Ogni tanto sento il bisogno di stare con me stesso a pensare. Quando devo prendere una decisione importante, quando ho a che fare con situazioni complesse, quando devo preparare un intervento.

Quando sono a lavoro mi rifugio sulla terrazza del 12 piano. Milano, in basso, tutta intorno a me, con il suo brusio continuo, quasi un ruminare. Il sole che scende e si riflette sulle pareti a specchio dei palazzi vicini.

Foto0221

In quei momenti tutto diventa più chiaro, il pensiero fila via fresco e veloce come un ruscello di montagna. Le preoccupazioni si trasformano in sicurezze. Un senso di calma e tranquillità mi pervade l’anima.

Qualcosa di simile mi accade quando viaggio in aereo. Quando sono lassù, lontano dalla routine della vita di ufficio, cellulare spento, stimolato dalle letture dei giornali, dalla compagnia inseparabile di un libro,  dai volti e dagli spezzoni di vita raccolti o rubati dai compagni di viaggio, mi riappacifico con il mondo e con me stesso. E’ come se lo stress e i problemi si ridimensionassero al pari delle case, delle strade, dei paesi e delle città che diventano minuscole via via che saliamo lassù nel cielo.

Lascia un comento se condividi la stessa sensazione

Ho sempre, pensato, che isolarsi a meditare facesse bene. Oggi sembrerebbe scientificamente confermato. Il progetto Samantha dell’università di San Francisco, riportato su “Psyconeuroendocrinology”, ha dimostrato che la meditazione aumenta la quantità di telomerasi, che sarebbero associate alla senescenza delle cellule e alla prevenzione del cancro. Secondo gli autori della ricerca la meditazione può aumentare benessere, autocontrollo, concentrazione, autostima e ridurre i pensieri negativi e questo si traduce in un aumento della telomerasi, enzima che preserva la lunghezza dei telomeri con benefici sulla salute e la lunghezza della vita.

Non mi resta che lasciarvi con una esortazione: meditate gente, meditate!

Meditazione
Meditazione

Paola Bertoldi
Compralo su il Giardino dei Libri

Altre Risorse sulla meditazione

26/02/2008 martedì – Sii te stesso!

Siate chi siete!

…sono molti coloro che sprecano tempo cercando di mascherarsi in tutti i modi davanti agli altri…se invece comprenderssero questo principio di fondo, le loro vite sarebbero sostanzialmente più felici”

Paul McKenna – Sicuri di sé in un attimo

Sicuri di Sé in un Attimo Sicuri di Sé in un Attimo
Con CD audio
Paul McKenna

Paul McKenna – Sicuri di sé in un attimo

Oggi ho tenuto un Web Seminar per i rivenditori di uno dei prodotti software che seguo per il mio lavoro.

Il Web Seminar è stato registrato e sarà messo a disposizione dei clienti.

Parlare in pubblico rappresenta una delle paure più diffuse.

Paul McKenna sostiene che il problema nasce a scuola quando ti viene chiesto di leggere a voce alta e gli insegnanti e la classe sottoliniano i tuoi errori anziché rinforzare i risultati positivi. Così facendo l’idea di esporti al pubblico viene associata a emozioni negative quali vergogna e imbarazzo.

Ecco come mi alleno per affrontare il pubblico:

  • mi preparo al meglio sull’argomento
  • visualizzo più volte la scena di me davanti al pubblico, mi vedo parlare con sicurezza, scioltezza ed energia e mi prefiguro l’apprezzamento finale
  • ripenso ad altre occasioni in cui sono stato soddisfatto della mia performance e ho ricevuto l’apprezzamento degli ascoltatori
  • cerco di prevedere ogni possibile inconveniente e obiezione e mi preaparo adeguatamente prevenirli, a rispondere, a evitarli
  • predispongo una traccia e la ripasso più volte
  • appena prima dell’evento mi metto in uno stato d’animo positivo e pensando di nuovo a precedenti occasioni di successo e al fato che mi sono preparato adeguatamente
  • durante la presentazione cerco di divertirmi e di essere me stesso
  • dopo la presentazione cerco di scoprire dove e come avrei potuto fare meglio, per migliorare ogni volta di più…

Anche questa volta ha funzionato: è stata un’ottima presentazione e un’ottima opportunità per migliorare.

Quello che ho imaprato oggi è che il miglior modo di presentarsi è essere se stessi,che la migliore strategia per affrontare le sfide é prevedere, prepararsi, pianificare, visualizzare, affrontare le difficoltà con ironia e rilassatezza. Poi occorre verificare,  correggere la rotta e celebrare i successi …e anche gli insuccessi in quanto rappresentano le basi su cui costruire il miglioraramento quotidiano.

Grazie o mentori del pensiero positivo!

25/02/2008 Lunedì – Allenarsi all’autostima

“Oltre ai benefici sul piano fisico, praticare sport migliora l’autostima, la percezione del successo, l’orgoglio e, perché no, anche lo stimolo sessuale.

…Oltre ai benefici sul piano fisico, praticare attività sportiva porta notevoli benefici anche nell’ambito della sfera emozionale: quasi tre quarti delle donne che hanno partecipato all’indagine e che praticano sport, affermano infatti che l’attività fisica le rende persone emotivamente più forti.”

Italia Oggi del 22 febbraio 2008 pag. 26.

Ogni mattina quando esco di casa faccio tre piani a piedi. Per arrivare in ufficio ne faccio quattro.

Ormai da ben più di un anno ho deciso di limitare l’uso dell’ascensore e farmi delle sane scale. Sì, d’accordo, è praticamente l’unica attività sportiva che pratico, ma lo faccio con costanza da più di un anno.

Ho preso questa decisione dopo aver ascoltato un audio di Tony Robbins sul C.A.N.I. Constant And Never-ending Improvement (miglioramento costante e infinito).

In sostanza, individua, per ciascuna area importante della tua vita (salute, professione, relazioni, finanze), qualcosa che puoi fare subito per migliorare, anche solo di poco, la tua situazione. Agisci in quella direzione. Quando l’hai fatto trova subito un nuovo stimolo, una nuova meta che ti faccia procedere di un passo, anche piccolo, verso il un miglioramento del tuo benessere.

Passi piccoli, frequenti, continui: così si può riassumere il C.A.N.I. o CO.CO.MI. (la traduzione italiana dell’acronimo – “COntinuo e COstante MIglioramento”).

Bene. Per quanto riguarda la salute decisi di iniziare a fare le scale. Dopo qualche settimana decisi di farle di buona lena, poi di salire due scalini alla volta.

Oggi, l’azione di salire le scale ogni volta che entro nel palazzo dove lavoro mi dà un senso di sicurezza e autostima, mi dà la carica per iniziare con energia la giornata.

Un’ultima osservazione sull’articolo di Italia Oggi. La ricerca è stata effettuata su oltre 10 mila donne provenienti da nove paesi europei, di età compresa tra i 16 e i 30 anni.

L’indagine è stata commissionata a un istituto indipendente, TNS, da Nike.

Non metto in dubbio l’indipendenza di TNS, ma secondo te, è possibile che il committente influenzi, in qualche modo e con la buona fede di chi riceve la commessa, il risultato di un’indagine scientifica. Secondo te è possibile che si verifichi l’effetto alone che ho descritto a proposito dell’efficacia delle diverse tecniche di miglioramento, per cui se ti dico prima che una tecnica ottiene certi risultati tu sarai indotto a generare quei risultati su te stesso?

Inserisci un commento e fammi sapere la tua opinione!

Quello che ho imparato oggi è che, se hai un grande sogno, il modo migliore per realizzarlo è procedendo per piccoli, frequenti continui passi, avendo fede nella sua realizzazione, influenzando la tua mente con visualizzazioni di successo e anticipando le emozioni che proverai al traguardo.

Grazie Tony.

Come migliorare il proprio stato mentale, fisico, finanziario Come migliorare il proprio stato mentale, fisico, finanziario

Anthony RobbinsDimmi di più…