Archivi tag: formazione

27/01/2009 martedì – Costruire o piantare?

“Nel corso della propria esistenza, ogni essere umano può adottare due atteggiamenti: Costruire o Piantare. I costruttori possono dilungarsi per anni nei loro compiti, ma arriva il giorno un giorno in cui terminano la propria opera. A quel punto si fermano, e il loro spazio risulta limitato dalle pareti che hanno eretto, Quando la costruzione è finita, la vita perde di significato.

Poi ci sono quelli che piantano: talvolta soffrono per le tempeste e le stagioni, e raramente riposano. Ma al contrario di un edificio, il giardino non smette mai di svilupparsi. Esso richiede l’attenzione continua del giardiniere ma, nello stesso tempo, gli permette di vivere una grande avventura. “

Brida
Brida

Paulo Coelho
Dimmi di più…

 

Il buon manager costruisce delle buone squadre, porta avanti progetti di successo, ottiene dei risultati, il buon leader semina entusiasmo affinché i singoli individui formino una buona squadra, motiva le persone a creare progetti di successo, libera le risorse di ciascuno affinché ciascuno ottenga continuamente risultati.

Il formatore costruisce persone competenti, il coach semina per far sì che le persone riconoscano le proprie competenze, le coltivino e le sviluppino autonomamente.

Il venditore costruisce contratti di vendita, il consulente semina soddisfazione per generare relazioni durature e proficue.

Una coppia può costruire un rapporto o piantare i semi di una relazione che non smette mai di svilupparsi.

Tu costruisci o semini?

Annunci

10/07/2008 giovedì – Formatori o pappagalli?

“I pappagalli ripetono meccanicamente ogni cosa che sentono, loro non riescono a distinguere ciò che ha un significato da ciò che non lo ha. TU PUOI.”

E’ l’head line della pubblicità di un software e mi ha fatto pensare al mondo della formazione.

Mi pare, ma forse è solo una mia impressione, che in molti corsi di formazione si senta ripetere sempre lo stesso ritornello. 

Intendiamoci, i ritornelli che si sentono sono efficaci e codivisibili. Niente da dire riguardo al contenuto.

Quello che mi lascia perplesso è l’impressione di una ripetizione impersonale e acritica da parte di alcuni autori e formatori.  Ho proprio l’impressione di una ripetizione a pappagallo di una lezioncina imparata a memoria.

E’ difficile trovare qualcosa di veramente originale, o almeno di realmente sentito, vissuto, creduto.

Forse è una mia impressione. Forse è perché ne osservo tanti e ho imparato a distinguere la “merce buona”. 

Questo non fa altro che rendere merito ai formatori che fanno quel che dicono, che credono in quello che dicono, che ci mettono del loro, che vivono le lezioni che dispensano.

Tu che ne pensi?

Per ricevere gli aggiornamenti (quasi) quotidiani inserisci il tuo indirizzo email.

11/06/2008 mercoledì – Investimento in formazione: in quali ambiti?

Secondo una ricerca per il raggiungimento di posizioni sociali elevate contano più le origini sociali del titolo di studio.

Sono venuto a conoscenza della ricerca dall’articolo apparso sul Sole24Ore del 5/6/2008 “Il tempo della buona politica” di Antonio Schizzotto.

Perchè le origini sociali contano più del titolo di studio?  La ricerca indica che chi nasce in una famiglia con una posizione sociale elevata conosce i modi appropriati per interagire con gli altri e ha maggiori occasioni di accedere a relazioni che si rivelano utili, più utili delle competenze tecniche (Goldthorpe 2008).

Ciò dimostra quanto siano importanti le competenze relazionali e comunicative per il successo.

Ho già avuto modo di ricordare come il modo di comunicare prevale spesso sulla validità del contenuto. Nel senso che un contenuto valido se comunicato in modo indadeguato può non trovare lo stesso consenso e risonanza che avrebbe se trasmesso con enfasi e in modo da colpire l’immaginazione.

Se ti stai chiedendo in quali ambiti della formazione ti conviene investire per la tua crescita professionale qui c’è la risposta che cercavi: investi sulle capacità relazionali e comunicative e senz’altro aumenterai le tue possibilità di carriera.

 

Comunicazione