Archivi tag: Lucia Rizzi

1/04/2008 martedì – Problemi? No sfide…

1) Riconoscere il problema: cosa c’è che non funziona? Considerare il problema come una sfida o un’avventura

2) Riconoscere le emozioni coinvolte: per tenerne conto nella soluzione del problema

3) Domandarsi quali soluzioni (scelte) si hanno a disposizione: questa scelta può risolvere il problema? Quali sono i rischi o le conseguenze di tale scelta? 

4) Mettere in atto la scelta fatta (agire) 

5) Chiedersi se ha funzionato

Se non ha funzionato si devono riconsiderare le soluzioni alternative e metterne in atto un’altra. Se anche questa non funziona, occorre rivedere tutto il procedimento.

Liberamente tratto da

Lucia Rizzi Lucia Rizzi – Fate i bravi

Dalla tata più famosa d’Italia, regole e consigli per diventare genitori sereni e figli felici.

Lezione di oggi: ogni problema va vissuto come una sfida o un’avventura!

Grazie ancora Lucia 

Annunci

20/3/2008 giovedì – A me gli occhi, please!

“L’efficacia comunicativa, …, è fortemente legata al linguaggio non verbale e il contatto visivo è il mezzo più potente di cui disponiamo”.

“Di fronte a una platea durante un convegno, in piedi in un’aula di formazione o al tavolo i una riunione aziendale, si otterranno … numerosi benefici comunicativi, mediante uno sguardo rivolto ai singoli partecipanti. Si mostrerà interesse per il proprio interlocutore trasmettendo emotivamente la sensazione di colloquio a due…”

“Il miglioramento della comunicazione presuppone un adeguato atteggiamento che per realizzarsi deve essere praticato, e in quest’ottica, ogni occasione (una barzelletta tra amici, una riunione condominiale, una presentazione aziendale) diventerà preziosa per migliorare il proprio potenziale e affinare capaità insite, ma sovente non note, in ognuno di noi”

Angelo Boccato – Psicologia del lavoro – “Occhi: arma vincente dell’oratore!” – ItaliaOggi del 17/3/2008 pag. 47.

“Quando si deve comunicare qualcosa di importante, occorre mettersi alla stessa altezza dei figli, guardarli negli occhi e mantenersi calmi, sorridenti e positivi”

Lucia Rizzi “Fate i bravi”

——————————————–

Ecco tre trucchi fondamentali per comunicare efficacemente:

  • Guardare negli occhi
  • sorridere
  • mantenersi calmi e positivi

Tutto qui: provare per credere….

Semplicità, grazie!

9/3/2008 domenica – Educare a crescere

Questa mattina ho partecipato ad un incontro dedicato ai genitori dei bambini di terza elementare che frequentano il catechismo.

Uno dei padri ci ha parlato di educazione alla crescita. Evidentemente sapeva bene ciò di cui stava parlando. Sottoscrivo la quasi totalità dei consigli che ha dato a noi genitori:

“Educando i nostri figli prendiamo spesso come riferimento noi stessi quando avevamo la loro età e vorremmo che loro fossero e reagissero come noi eravamo e reagivamo. No, loro sono diversi, loro non sono noi, hanno una loro personalità che dobbiamo rispettare. Non dobbiamo mai scordarlo”.

“Ognuno individuo è diverso dall’altro. Mai fare paragoni con gli altri bimbi. Mai pretendere che il figlio sia una cima in tutto. Ognuno ha le sue qualità. E’ su quelle che occorre puntare. Sono quelle che dobbiamo sviluppare nei nostri figli.” a questo proposito …

“Occorre parlare molto delle proprie emozioni e aiutare i nostri figli a esprimere le loro. Parlare pacatamente, essere fermi sulle regole, ma pronti a scusarsi quando si sbaglia”.

“Bastano poche parole. L’esempio vale più di qualsiasi manfrina”.

I comportamenti dei nostri figli che più ci danno fastidio sono quelli che, inconsapevolmente, abbiamo insegnato loro! Li hanno imparati da noi. Sono quegli atteggiamenti che non vorremmo avere, ma che, dopo una fredda e onesta analisi, dobbiamo ammettere di aver rappresentato troppo spesso di fronte ai loro occhi.

Quello ho imparato oggi e che continuo ad imparare è come educare figli felici, sicuri ed emozionalmente competenti.

Grazie Padre Luigi

↔ 

Da “Fate i bravi” di Lucia Rizzi 

Lucia Rizzi

“Onguno di noi insegna agli altri come comportarsi”

“Come genitori siamo responsabili del comportamento dei nostri figli”

“Possiamo giudicare il comportamento non la persona!!

“i genitori devono scegliere quali battaglie combattere. E poi spiegarne pacatamente ai figli il valore”

“I comportamenti che vogliamo insegnare ai nostri figli banno prima di tutto messi in atto personalmente, poi insieme con loro. …”

28/02/2008 giovedì – Preoccupazioni e amori

“Regola della Tata:

nella vita non serve mai preoccuparsi per noi, ma bisogna occuparsi di noi.”

 Lucia Rizzi Lucia Rizzi – Fate i bravi

Dalla tata più famosa d’Italia, regole e consigli per diventare genitori sereni e figli felici.

Tutto bene (vedi post di ieri), solo un’infezione virale, con qualche conseguenza che si risolverà in pochi giorni.

E’ giusto occuparsi delle cose che normalmente preoccupano. Occupandosene, agiamo e agendo siamo coscienti di stare facendo il possibile, e per il resto, per il resto possiamo solo accettare quello che ci accade e viverlo con il giusto atteggiamento mentale.

Cerco sempre di essere pronto a tutto, di non dare niente per scontato, così posso sorprendermi e meravigliarmi ogni volta che mi capita qualcosa di bello, anche se fa parte della routine, e non sono colto di sorpresa quando mi capita invece qualcosa di spiacevole, in qualche modo sono già pronto.

Per questo è importante dire spesso “ti amo” a chi ami, “ti voglio bene” a chi vuoi bene, “ti stimo” a chi stimi, grazie a chi ha contribuito, anche solo un po’, anche inconsapevolmente alla tua crescita.

Lella ti amo! Erica e Chiara vi voglio bene!

Grazie Lucia