Archivi tag: Paul McKenna

07/05/2008 mercoledì – Ancora Ancore

“Un pacchetto di Camel senza filtro, per favore”

Mi trovo al bar tabacchi del WTC di Milanofiori. Mi volto. Lo guardo. Capelli brizzolati, un po’ stempiato, sulla cinquantina. Prosegue.

“Sono dieci anni che non le fumo più. Adesso le ho viste lì, mi è venuta voglia di riprovarle”

Ecco, ancora loro. Potenti. Scattano e non puoi farci niente. O quasi.

Come vuoi chiamarle? Ancore, condizionamenti, interruttori.

Io ho le mie. Poco fa ho sentito il profumo dei fondi del caffè di questa mattina. Adesso sono qui a battere le dita sulla tastiera con la mia tazza fumante affiancata al mio portatile.

“Un ancora non è altro che una neuroassociazione che lega nel nostro cervello uno stimolo a una risposta”

Leader di te stesso – Roberto Re

Leader di te stesso Leader di te stesso
Come sfruttare al meglio il tuo potenziale per migliorare la qualità della tua vita personale e professionale
Roberto ReCompralo su il Giardino dei Libri

 “Ogni volta che l’individuo fa qualcosa di nuovo, crea un nuovo percorso grazie al quale può facilmente accedere di nuovo a quell’esperienza. Ogni volta che ripetete un determinato comportamento, rafforzate la connessione nervosa ad esso associata….ecco in che modo la gente si “connette permanentemente” a certi comportamenti automatici”

Cambia vita in 7 giorni – Paul McKenna

Cambia Vita in Sette Giorni Cambia Vita in Sette Giorni
Edizione aggiornata con CD Audio
Paul McKennaCompralo su il Giardino dei Libri

 

“Al pari di innumerevoli altri oggetti del nostro ambiente, una bandierà costituisce un punto d’appoggio, un’ancora, uno stimolo sensorio collegato a una serie di stati d’animo. E un’ancora può essere una parola, una frase, un contatto o un oggetto; qualcosa che vediamo, udiamo, sentiamo, gustiamo od odoriamo.”

Come ottenere il meglio da sé e dagli altri – Anthony Robbins

Come Ottenere il Meglio da sé e dagli altri Come Ottenere il Meglio da sé e dagli altri
Il manuale del successo nella vita e nel lavoro
Anthony RobbinsCompralo su il Giardino dei Libri

E le ancore sono potenti. Possono cambiare il tuo stato d’animo in un attimo. Possono farti fare cose che non avresti pensanto di fare o di fare di nuovo. Possono farti piangere ridere, riflettere.

E’ un potente strumento da utilizzare per padroneggiare i tuoi stati d’animo, le tue emozioni, per entrare nella tua condizione migliore, per disporti favorevolemente ad un incontro, ad un evento, ad una prestazione professionale o personale.

E’ uno strumento da padroneggiare, da utilizzare a tuo favore. Possono essere il tuo inferno o il tuo paradiso. Più sei consapevole delle tue ancore più puoi utilizzarle a tuo favore.

Inizia subito. Quali sono le tue ancore?

Scrivile qui

26/02/2008 martedì – Sii te stesso!

Siate chi siete!

…sono molti coloro che sprecano tempo cercando di mascherarsi in tutti i modi davanti agli altri…se invece comprenderssero questo principio di fondo, le loro vite sarebbero sostanzialmente più felici”

Paul McKenna – Sicuri di sé in un attimo

Sicuri di Sé in un Attimo Sicuri di Sé in un Attimo
Con CD audio
Paul McKenna

Paul McKenna – Sicuri di sé in un attimo

Oggi ho tenuto un Web Seminar per i rivenditori di uno dei prodotti software che seguo per il mio lavoro.

Il Web Seminar è stato registrato e sarà messo a disposizione dei clienti.

Parlare in pubblico rappresenta una delle paure più diffuse.

Paul McKenna sostiene che il problema nasce a scuola quando ti viene chiesto di leggere a voce alta e gli insegnanti e la classe sottoliniano i tuoi errori anziché rinforzare i risultati positivi. Così facendo l’idea di esporti al pubblico viene associata a emozioni negative quali vergogna e imbarazzo.

Ecco come mi alleno per affrontare il pubblico:

  • mi preparo al meglio sull’argomento
  • visualizzo più volte la scena di me davanti al pubblico, mi vedo parlare con sicurezza, scioltezza ed energia e mi prefiguro l’apprezzamento finale
  • ripenso ad altre occasioni in cui sono stato soddisfatto della mia performance e ho ricevuto l’apprezzamento degli ascoltatori
  • cerco di prevedere ogni possibile inconveniente e obiezione e mi preaparo adeguatamente prevenirli, a rispondere, a evitarli
  • predispongo una traccia e la ripasso più volte
  • appena prima dell’evento mi metto in uno stato d’animo positivo e pensando di nuovo a precedenti occasioni di successo e al fato che mi sono preparato adeguatamente
  • durante la presentazione cerco di divertirmi e di essere me stesso
  • dopo la presentazione cerco di scoprire dove e come avrei potuto fare meglio, per migliorare ogni volta di più…

Anche questa volta ha funzionato: è stata un’ottima presentazione e un’ottima opportunità per migliorare.

Quello che ho imaprato oggi è che il miglior modo di presentarsi è essere se stessi,che la migliore strategia per affrontare le sfide é prevedere, prepararsi, pianificare, visualizzare, affrontare le difficoltà con ironia e rilassatezza. Poi occorre verificare,  correggere la rotta e celebrare i successi …e anche gli insuccessi in quanto rappresentano le basi su cui costruire il miglioraramento quotidiano.

Grazie o mentori del pensiero positivo!